Serenissima Viaggi - Forum

Mongol Rally => Mongol Rally - Never Say Panda => Topic iniziato da: il capo on Luglio 22, 2009, 10:30:18



Titolo: Cartella Stampa ufficiale Team Never Say Panda
Da: il capo on Luglio 22, 2009, 10:30:18
MONGOL RALLY 09
MILANO-ULAAN BAATAR

Il Mongol Rally:

Un’estate due ragazzi inglesi decisero di provare a raggiungere la Mongolia da Londra con un’utilitaria non più nuovissima (per la cronaca una Fiat 126).

Partirono con pochi vestiti di ricambio e una scorta di sigarette.
Non riuscirono a raggiungere la loro meta ma si divertirono così tanto che l'anno successivo decisero di riprovarci.
E’ questa l’origine del Mongol Rally, nato nel 2001
(per maggiori informazioni visitate il sito www.mongolrally.com).

Con 6 Team nel 2004, 43 team nel 2005 e 167 team nel 2006, la partecipazione aumenta ogni anno e i racconti dei veterani alimentano il fascino di una manifestazione unica nel suo genere.

Quest'anno i team saranno 500 e le partenze, come l’anno scorso, saranno tre: Londra, Milano e Madrid.
Noi saremo uno dei team italiani che partirà da Milano.

La partenza è fissata il 19 luglio da Milano ma il vero punto d’arrivederci all’Europa sarà Praga, l’ultimo degli start-point presso i quali i team dovranno registrarsi prima di iniziare l’avventura che porterà i più fortunati e audaci a raggiungere Ulaan Batoor.


L’obiettivo:

Il Mongol Rally è una grande manifestazione a livello internazionale e a scopo benefico.
Ogni team partecipante deve raccogliere un minimo di 1000 sterline da devolvere in beneficenza ad organizzazioni che operano sul territorio mongolo a favore dei gruppi di popolazione più disagiati, prima di tutti, i bambini.

Il team Never Say Panda in collaborazione con l’organizzazione del Mongol Rally, ha scelto questa organizzazione:

CESVI
http://www.cesvi.org



Le regole:

Il Mongol Rally non prevede nessuna forma di assistenza lungo il percorso, l’unica vera regola riguarda la cilindrata massima (1200 cc) delle automobili con cui affrontare i 16.000 chilometri che ci separano dalla Mongolia.


La nostra impresa:

Stanchi dei solite vacanze e dai soliti paesaggi urbani, l’estate scorsa abbiamo deciso di iscriverci a quella che si prospetta come una grandiosa avventura, il Mongol Rally. Il nostro viaggio inizierà il 18 luglio, ma al momento della partenza avremo già percorso metà della strada, un viaggio come questo non si può improvvisare.

Un’attenta pianificazione del percorso, uno studio approfondito dell’equipaggiamento e dei materiali ci permetteranno di affrontare al meglio le difficoltà che incontreremo.


La rotta:

Tra tutte le rotte possibili abbiamo scelto quella più complicata ma al tempo stesso più affascinante.
Questo il nostro percorso:
Italia - Austria - Repubblica Ceca – Repubblica Slovacca – Ungheria – Romania – Bulgaria – Turchia – Iran – Turkmenistan – Uzbekistan – Kazakistan –Russia – Mongolia.

Una rotta che ci porterà dal Mar Nero alla Siberia, dal torrido deserto del Karakum (Turkmenistan) alle steppe del Kazakistan, alle foreste della Siberia.

All’ arrivo, la Panda verrà messa all’asta e il ricavata andrà in beneficenza.

Il rientro è previsto in Transiberiana, 5 giorni fino a Mosca, in pratica, un altro viaggio.

 

L’equipaggio:

Alberto Coda Canati: 23 anni, commerciante di francobolli da collezione a Milano e Perito Filatelico della Camera di Commercio di Biella. Si è sempre dilettato nel restauro di moto d’epoca e spera che la sua esperienza possa aiutare il team in caso di guasti alla vettura.

Corrado Rota Zumaglini: 23 anni, studente di Ingegneria Aerospaziale presso il politecnico di Torino, in questo momento frequenta l’ultimo anno della laurea specialistica  presso l’Università di Bristol, luogo in cui ha sede l’organizzazione del Mongol Rally. Tra le sue passioni: il surf e la pesca.



La copertura mediatica:

L’evento verrà riportato sui quotidiani nazionale e dalle riviste
specializzate di avvenuta e automobilismo.

Nello specifico il Team Never Say Panda, grazie ai suoi contatti, verrà seguito alla partenza e durante il tragitto da “Radio Montecarlo”.

Inoltre, la stampa locale biellese darà grande risalto all’avventura dedicandole diversi servizi prima e dopo lo svolgimento.

Grazie anche ad un lavoro di search engine optimization e la realizzazione di servizi fotografici e video, il sito www.neversaypanda.com riceverà un considerevole numero di visite e rimarrà on-line anche dopo la conclusione del Rally.